C’è una grande quantità di informazioni geografiche, climatiche, agricole, storiche, astronomiche, e cartografiche forniteci nell’opera principale di Maria Valtorta. Numerosi personaggi autorevoli in questi campi hanno verificato con un certo stupore l’esattezza di ciò che la mistica ha riportato attraverso le descrizioni di cio’ che vedeva. Nell’intera opera la Valtorta emerge che Gesù ha attraversato la terra di Palestina da un capo all’altro per almeno sei cicli (per circa 6.500 Km), svolgendo il suo ministero in oltre 350 luoghi nominati, alcuni dei quali in Palestina noti solo ad archeologi specializzati.

Un esperto (tra molti altri) che ha verificato e ha espresso stupore per la conoscenza dettagliata e la precisione inspiegabili nelle descrizioni fornite dalla Valtorta di tanti luoghi della Terra Santa è il Dott. Victor Tredici, un mineralogista di grande esperienza, il quale era stato presidente dell’Azienda Minerali Metallici Italiani, vice-presidente della Corporazione delle Industrie Estrattive e presidente della Associazione Nazionale dei Minatori in Italia. Specializzato nello studio dei fosfati in Transgiordania, nel 1952, ha rilasciato una dichiarazione tra cui sottolinea:

“…Ciò che più profondamente mi colpì, sotto il profilo critico, nell’Opera, fu la conoscenza perfetta che la scrittrice aveva della Palestina e dei Luoghi dove si è svolta la Predicazione di Nostro Signor Gesù Cristo. Conoscenza che in taluni passi supera la normale cognizione geografica o panoramica, per diventare addirittura topografica e più ancora geologica e mineralogica. Sotto questo profilo, soprattutto per la zona di oltre-Giordano (attuale Giordania), non esistono — per quanto io conosca – pubblicazioni tanto dettagliate da rendere possibile neppure ad uno scienziato, che non sia stato di proposito in sito, di poter immaginare e descrivere interi percorsi con tale perfezione da far rimanere perplessi coloro i quali hanno avuto invece questa possibilità….

Molte delle localita’ citate sono state identificate durante gli anni successivi la pubblicazione dell’Opera e alcune sono state scoperte solo anni dopo la pubblicazione dell’Opera. Riportiamo nella mappa sotto le localita’ attualmente identificate (“?” = localita’ ipotizzate).

Maggiori informazioni su questo argomento sono anche disponibili in Inglese nell’e-bookSumma ed Enciclopedia dello straordinario lavoro di Maria Valtorta“.

Mappa